news

PREMIO PINAROLIUM

Conferito a Massimiliano Génot il Premio Pinarolium per l’anno 2016. Cerimonia della consegna presso la sala concerti “Italo Tajo” ex Chiesa di San Giuseppe a Pinerolo Via San Giuseppe alle ore 16,30 di sabato 11 novembre 2017

Massimiliano Génot y una enriquecedora visita a Uruguay

  El pianista italiano estuvo en nuestro país, y con él dialogamos en la siguiente entrevista. SINFÓNICA. Háblenos sobre lo que fue su experiencia de tocar en Uruguay, gracias al apoyo del Instituto Italiano de Cultura de nuestro país. Además, en qué consistió dicha actividad. MASSIMILIANO GÉNOT. La tournée la comencé en Florida, luego Mercedes y Colonia Valdense para culminar…

SINIGAGLIA IN PRIMA ASSOLUTA

 

L’integrale pianistica di Sinigaglia, la sonata per violino e pianoforte (con la sorella Alessandra Génot) insieme alla danza piemontese op. 31 n. 2 costituiscono il contenuto del CD uscito a dicembre 2015 per la nota casa olandese Brilliant Classics e presentato alla Fondazione Merz il 27 gennaio 2016 in occasione della Giornata della Memoria (in video un estratto del concerto). Dopo decenni di oblio tornano a risuonare per gli appassionati i fogli d’album op. 7, lo Staccato-Etude, i due Klavierstuecke op. 24 insieme alla versione per pianoforte a 4 mani dell’Ouverture Le Baruffe Chiozzotte, portate al successo a suo tempo dalla magica bacchetta di Arturo Toscanini. Il duo Génot con questa registrazione segna un ulteriore punto di arrivo nel processo di rivalutazione storica e musicologica di Leone Sinigaglia iniziato nel 2005 con la fondazione dell’Associazione per la Riscoperta del Patrimonio Musicale Piemontese.

 

LA CASA DEGLI SPIRITI

Appunti di scena da La casa degli spiriti

A grande richiesta torna in scena all’Auditorium Mozart di Ivrea (31 ottobre) e al Toselli di Cuneo (7 novembre) il concerto sinfonico La casa degli spiriti: ecco il backstage della prima esecuzione a Pinerolo il 31 ottobre 2014. In programma la parafrasi sul Dies Irae di Liszt nota come Totentanz (Danza macabra), l’Apprendista stregone di Paul Dukas, Una notte sul monte calvo di Modest Mussorgskji e la Danza macabra di Saint-Saens. Il riuscito esperimento di avvicinamento dei giovani alla musica classica prosegue!

ASCOLTARE

TORINO, Circolo dei Lettori, 4 marzo 2014

ASCOLTARE

A cura di Società Filosofica Italiana, Sezione Torino-Vercelli

Relatori: Massimiliano Génot, Marco Saveriano

Presiede: Leslie Cumeron-Curry

Nella musica, e più in generale nel suono, è possibile rintracciare un aspetto-chiave dell’esistenza: il diffondersi, il muoversi, l’andare attraverso. L’uomo, come il suono, lascia infatti progressivamente il suo ristretto abitacolo per entrare nel mondo e penetrarlo in tutte le direzioni. Un viaggio lungo verso il fuori.